giovedì 5 giugno 2008

DVD 2.0 il nuovo feticcio degli anti Blu Ray

Tanto tempo fa i mulini erano bianchi e con l' introduzione della tv ad alta definizione scoppiò una guerra per il successore del DVD, dato che questo lavora solo a definizione standard (pal, secam o ntsc).
i due sfidanti erano il Blu Ray, sostenuto da Sony, Pioneer, Philips, Matsushita e molti altri ed l' HD DVD, sostenuto da Toshiba e Microsoft (e dal DVD Forum...).
Le differenze tecniche non erano abissali, tuttavia pendevano dalla parte del BD, soprattutto per quanto riguarda lo spazio disponibile per singolo strato e la banda passante, da lato opposto produrre un HD DVD, soprattutto inizialmente era molto più economico, dato che si basava su evoluzioni del classico DVD.. inoltre, mentre i codec audio e video erano gli stessi, le tecnologie per la sezione interattiva erno differenti: Java di SUN per Blu Ray, HDi di MS per HD DVD.
Così oltre a dividere le aziende di elettronica, questo scontro divise anche gli studi cinematografici, ed inizialmente si ebbe sony, disney, fox dalla parte del bd, warner e paramount neutrali e universal schierata con hd dvd in esclusiva.
Inizialmente la situazione era a vantaggio del formato di toshiba, che proponeva lettori più economici ed era uscita anche con un certo anticipo, ma dopo l' introduzione della playstation 3 la situazione si capovolse e le vendite di BD si assestarono a circa il doppio di quelle HD DVD.
Nel settembre 2007 Paramount, in cambio di vantaggi economici, si unì ad Universal in quanto ad esclusività, ma dopo poche settimane questa mossa si rivelò infruttuosa, al contrario di quella di Warner, che a gennaio 2008, il giorno prima del CES, annuncio il suo passaggio al Blu Ray: questa mossa fu fatale per gli avversari che in poche settimane dichiararono la sconfitta.
Ma le aziende non erano le sole a scannarsi: come spesso accade, gli utenti entusiasti delle nuove tecnologie, in virtù della parte emozionale legata all' acquisto, quelli che amano definirsi early adopters, iniziarono lunghe, estenuanti, divertenti e stupide disfide sui vari forum.
Particolarmente scatenati erano i fan (nel senso etimologico, purtroppo) dell' HD DVD: oltre a negare ad oltranza l' evidenza delle vendite, con argomentazioni veramente bizzarre, cioè per le vendite hardware negavano il fatto che la play3 fosse un lettore BD, poi, quando tiravano fuori le vendite per singolo lettore, la rimettevano nel conto, dimostrando così che gli HD DVD venduti erano di più! inoltre contro ogni evidenza dichiaravano che la qualità video su HD DVD fosse migliore, anche nelle edizioni dello stesso film (ad esempio di Warner e Paramount).
Proprio quando tutto sembrava dimenticato Toshiba e Microsoft hanno avuto una brillante idea: perché non riciclare l' HDi sui DVD normali? e perché non produrre un lettore apposito con uno Spurs Engine (un Cell ridotto) e riscalarli a 960punti? (un momento: 960? ma che idiozia é? così il mio tv dovrà riscalarli a 1080....)
Ed ecco che gli anti BD esultano a questa nuova trovata, nonostante ogni nuova evidenza (ancora), sostenendo che la qualità video sarà la stessa (ma schifavano mpeg2 sui BD ritenendolo inguardabile e d incomprabile)... e le tracce audio lossles? suppongo che non siamo mai stat davvero importanti, visto lo scarso uso su HD DVD...
Ma soprattutto quello che mi chiedo io é: quale major si metterà a produrre questa roba? spendere di più per nulla? la Sony? Disney? FOX? Warner? Universal (non ha già dato abbastanza?)?

1 commento:

Bluefan ha detto...

Certamente il Blu-Ray è la carta su cui il mercato dell’home entertainment punta di più. Recentemente ho visto Across The Universe in Blu-Ray Disc e il risultato a mio parere è sensazionale. Per avere altre info a riguardo, potete dare un’occhiata qui: www.acrosstheuniverse-dvd-bluray.blogspot.com
Non penso che possa essere soppiantato